SALOMONE

SALOMONE

SALOMONE FU UN GRANDE RE, DOPO LA SUA MORTE GLI EBREI SI SPARSERO PEREGRINI PER IL MONDO

Salomone, figlio di Davide e di Betsabea, dopo la congiura del fratello Adonia, divenne re di Israele per designazione del padre che lo esortò “ad essere forte e mostrarsi uomo”.

A Salomone si attribuiscono molte opere bibliche, fra le quali: Il Cantico dei Cantici, L’Ecclesiaste, Proverbi, Sapienza, Salmi; nel Medioevo era considerato un Mago.

Nel Corano egli appare come un precursore di Maometto.

Si ricorda la saggezza di Salomone per il caso delle due madri che contendevano la maternità di un bambino: quando egli riconobbe la vera genitrice che implorava il re, con grida di angoscia, di consegnare il bambino all’altra donna, invece di passarlo a fil di spada.

La Bibbia rileva che “… la sapienza di Dio era il Lui”.

La regione della Palestina era abitata da Cananei e da Filistei, conquistata poi dagli Ebrei che elessero Saul nella 2^ metà del secolo XI loro Re. A Saul succedette Davide, genero di Saul, il quale tolse ai Filistei la città di Gerusalemme che accolse l’Arca dell’Alleanza con le leggi date da Dio a Mosè sul Monte Sinai, durante il viaggio per la terra promessa da Dio ad Abramo, dopo il rientro dalla cattività d’Egitto del 1320 a.C.

Il terzo ed ultimo Re di Israele è stato il grande Salomone nel 970 a.C., il quale volle dare al suo popolo potenza e floridezza; concluse patti di amicizia con gli Egiziani, con i Fenici, con gli Arabi e con gli Etiopi, spesso imparentandosi con essi. Costruì il primo Tempio di Gerusalemme con architetti fenici, inaugurato dalla regina di Saba, di eccezionale bellezza. La regina recò al re spezie ed oro, concepì un figlio da Salomone per affinare la dinastia etiopica.

Il re di Israele ottenne dal re di Tiro, Iram di Fenicia, che alcuni artigiani addestrassero gli operai ebrei ad estrarre il rame ed affinarlo specie dalle località di Timma, a tagliare la pietra ed il legname, favorì l’importazione di olio d’oliva ed incrementò numerosi contratti commerciali con popoli amici.

Gli scavi archeologici hanno scoperto palazzi imponenti con harem di 700 mogli e 300 concubine, pur se non graditi ai tradizionalisti ebrei, memori di Saul che dormiva per terra..

Il regno di Salomone si estendeva dall’Eufrate alla penisola del Sinai. Dopo la morte di Salomone che aveva governato per 40 anni, gli Ebrei divisero in due il suo regno, si ebbero così il regno di Israele al nord, e quello di Giudea al sud, a causa della rivolta provocata dalla mano d’opera obbligatoria. Le capitali furono Samaria al Nord e Gerusalemme al Sud.

La città di Gerusalemme fu attaccata nel 587 a.C. da Nabucodonosor, questore babilonese, che portò tutti gli ebrei come schiavi sulle rive dell’Eufrate, fino alla liberazione di Ciro che nel 536 a.C. permise loro di ritornare nei propri territori.

(Giovanni Papini nella Storia di Cristo scrive che la vecchia Giudea, profanata dagli usurpatori Idumei, contaminata da infiltrazioni elleniste ed angariata dalle soldatesche romane, era senza re e senza unità).

Il Tempio di Gerusalemme demolito dai babilonesi e riedificato sarà definitivamente distrutto nel 700 a.C. dai romani, preceduti dai persiani e dai siriani  nella sottomissione degli Ebrei, ai quali non rimaneva che unirsi nel dolore dinanzi al Muro di Erode, definito Muro del Pianto.

Quel Muro fece gioire gli Israeliani solo nel giugno del 1967, quando con l’intervento delle grandi potenze mondiali, in occasione delle attribuzioni politiche dei territori in questione e delle controversie diplomatiche sorte successivamente, nel 1948 finalmente fu riconosciuto lo Stato di Israele.

Nella Bibbia si enumerano tre Templi:

  • quello di Salomone del X secolo a.C. che poté durare fino al VI secolo a.C.;

  • Il Tempio più modesto di Zorobabele che rimase in piedi dal VI al I secolo a. C.;

  • Il Tempio costruito da Erode il Grande descritto da Giuseppe Flavio nel I secolo d.C. con gli atri per le donne, gli israeliti e i sacerdoti, iniziato verso il XX secolo a.C. ed edificato nel periodo di dieci anni su una piattaforma di 500 m. di lunghezza e 300 m. di larghezza. In quel Tempio Gesù fu presentato da Maria e da Giuseppe a Dio quando il bambino aveva 40 giorni. Gesù, quando aveva 12 anni, fu ritrovato nel Tempio dai genitori mentre interrogava i sacerdoti della Legge; fu lì che Gesù cacciò i mercanti per liberare quel luogo sacro da ogni scempio; nel Tempio avvenne l’annunzio dell’Angelo a Zaccaria e lo squarcio del velo alla morte di Cristo. Nel Tempio San Paolo fu arrestato dai soldati romani.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...